chiarimenti ins. alternativi IRC

AI Dirigenti Scolastici

ISTITUTI DI ISTRUZIONE

Provincia di Massa Carrara e Lucca

 

 

 

 

 

 

Giungono a questa segreteria territoriale

richieste relative all'utilizzo dei docenti cosiddetti di potenziamento per l'insegnamento di religione.

La normativa vigente chiarisce come l'attività di al L'attività alternativa  non si possa svolgere nelle ore di potenziamento come ribadito nella nota ministeriale sull'Organico 2019/20 del 20 marzo 2019, "Le attività di potenziamento introdotte dalla L. n. 107/2015, finalizzate al raggiungimento di obiettivi formativi individuati come prioritari, sono da ritenersi comuni a tutti gli alunni e quindi, analogamente a quanto avviene per quelle curriculari, devono restare estranee alle attività alternative all'insegnamento della Religione cattolica"

Non è possibile, quindi,  svolgere l'attività alternativa alla religione cattolica nelle ore di potenziamento, in quanto quest'ultimo è rivolto a tutti gli studenti e non può essere destinato solo a quegli alunni che non si avvalgono dell'insegnamento della religione cattolica

I docenti titolari nella scuola, in servizio sul potenziamento, potranno svolgere, quindi, l'ora alternativa alla religione cattolica solo come ora aggiuntiva rispetto al loro orario di cattedra.

Nello specifico  le ore di attività alternativa possono essere attribuite, nell'ordine indicato, ai seguenti docenti:

1)  personale interamente o parzialmente a disposizione della scuola

2)  docenti dichiaratisi disponibili ad effettuare ore eccedenti rispetto all'orario d'obbligo

3)  personale supplente già titolare di altro contratto con il quale viene stipulato apposito contratto a completamento dell'orario d'obbligo

4)  in via del tutto residuale, personale supplente appositamente assunto